Indice dei contenuti

Premessa

Se sei qui è perché ti ho inviato questo link. Questo articolo non è indicizzato, è nascosto e si può accedere unicamente digitando l’indirizzo. Il motivo è che non sono certo questa guida sia del tutto legale e, soprattutto, sicuramente non è eticamente corretta.

In ogni caso, se segui queste istruzioni alla lettera puoi stare tranquillo; il procedimento è semplice e sicuro. Per qualunque problema scrivimi o chiedimi indicazioni, spero di poterti aiutare.

NOTA: queste istruzioni vanno eseguite da computer, da telefono è molto più complicato e noioso, per cui conviene scaricare il film da computer e poi trasferirlo su telefono con il cloud o via cavo.


Scaricare VLC

Non è fondamentale, ma soprattutto nel caso in cui si desideri vedere un film mentre ancora si sta scaricando, consiglio fortemente di usare VLC, il riproduttore multimediale più diffuso al mondo. Permette anche di gestire al meglio i sottotitoli e ha un sacco di opzioni che potrebbero risparmiarvi un sacco di rotture di scatole in caso di difficoltà. È gratuito e open source.


Condivisione peer-to-peer

Per avere un’idea generale di come funziona il download, è necessario afferrare il concetto di condivisione peer-to-peer. Se non hai voglia di capirci qualcosa e ti interessa solo vederti il film, puoi saltare questo passo, ma io te lo sconsiglio: avere una conoscenza sommaria di ciò che avviene dietro le quinte ti può aiutare a evitare problemi a livello di sicurezza e di imprevisti.

Semplificando al massimo, condividere un file con il protocollo peer-to-peer (o “p2p”) significa metterlo in condivisione e trasferirlo ad altri senza doverlo caricare su internet. Il funzionamento di base è molto semplice: ogni computer che sta scaricando un determinato file (un film, nel nostro caso), contemporaneamente invia a tutti gli altri computer la parte che ha già scaricato. In questo modo, non è necessario fare affidamento ad alcun server, cloud o servizio esterno: ogni file viene condiviso fra i computer che mettono a disposizione i dati che hanno già scaricato. Di conseguenza, più persone stanno scaricando quel file, più veloce sarà il download.

Ovviamente, se il file non è presente fisicamente in nessun server su internet, questo è invisibile a meno che non venga condiviso fra singole persone il suo identificatore. Per questo entrano in gioco i file torrent. I file torrent sono dei file piccolissimi e leggerissimi, contenenti le informazioni fondamentali riguardo il file in condivisione, come il titolo, le dimensioni e soprattutto, il magnet link. Un magnet link è una sorta di codice identificativo unico per ogni file che si condivide p2p.

A questo punto, il funzionamento è chiaro: sui siti di condivisione torrent, vengono caricati unicamente i file torrent o i loro magnet link. Così, chi cerca ad esempio un film, si troverà di fronte diverse versioni dello stesso film (con qualità diversa, risoluzione maggiore o minore, divverente lingua audio…) e potrà scegliere quella con più seeders (persone che stanno condividendo il film) in quel momento.

Scaricare un torrent client

Per prendere un torrent e cominciare a scaricare un file, il primo passo da fare è scaricare un torrent client.

Si tratta di un programma che, preso un file torrent o un magnet link, permette di scaricare il file (film) collegato e, una volta terminato il download, continuare a caricare il file e inviarlo a altri che ancora lo stanno scaricando.

Esistono innumerevoli client torrent differenti, che funzionano praricamente allo stesso modo. Il più semplice e leggero, che io stesso utilizzo, è qBittorrent, gratuito e open source. Per scaricarlo, basta andare qui.

Una volta installato qBittorrent, consiglio di aprirlo e, almeno la prima volta, tenerlo aperto durante la procedura. Successivamente, il computer riconoscerà i magnet link e i file torrent e li aprirà direttament con qBittorrent.

NOTA: utilizzando un client torrent, o in generale scaricando un file con il protocollo p2p, viene mostrato a tutti l’elenco degli indirizzi IP di chi sta condividendo il file. In pratica, chiunque può “vederti” e sapere in quale nazione sei, più altre informazioni molto generali sulla tua connessione e sul tuo dispositivo (quale client torrent usi, che sistema operativo, da dove hai scaricato il torrent, ecc…). In linea di massima, questo non è un rischio, ma per ovviare a questo problema, si può utilizzare un VPN. Io utilizzo ProtonVPN.


Scaricare il file torrent

Come avevo anticipato, esistono dei siti web che raccolgono tutti i torrent e permettono di cercarli, mostrando anche quali hanno più seeders, dunque quanto veloce sarà il download (più seeders = più velocità).

Il sito di torrent più diffuso è The Pirate Bay. Per accedervi, è necessario andare a questo indirizzo e cliccare sul primo dei siti disponibili. nell’elenco. Se il film che cercate è italiano oppure cercate contenuti di origine straniera tradotti in italiano, il sito più diffuso in Italia è ilcorsaronero; alternativamente, è sufficiente aggiungere ITA al titolo del film, durante la ricerca.

Una volta entrati nel sito, basta individuare la barra di ricerca ed inserire il titolo del film. Comparirà un elenco più o meno lungo, a seconda di quanto quello che si cerca è diffuso o famoso. Su Pirate Bay, i risultati appaiono già ordinati per numero di seeders, dunque i primi che vedete saranno i più veloci a scaricarsi. In generale, invece, potete individuare, sulla destra, la colonnina “SE”, che indica per ogni risultato il numero di seeders.

A Pirate Bay results page

I nomi dei risultati della ricerca sono sempre lunghissimi e contengono sigle che rivelano informazioni sul file estremamente importanti. Quelle più importanti da individuare le elencherò di seguito, ma una lista completa può esser cosultata qui.

  • MD: audio registrato con un microfono da una TV o in un cinema (pessima qualità)
  • LD: audio registrato da una telecamera collegata con un cavo (qualità accettabile)
  • AAC: è uno dei formati audio più diffusi. Può essere seguito da xCH, dove x indica il numero di canali audio. Se sono più di tre, probabilmente guardandolo don un impiando Dolby Surround darà un effetto pazzesco. Ovviamente, se fosse presente MD AAC non vale nulla perché, per quanto buono può esere, l’audio è sempre registrato amatorialmente.
  • CAM: il film è stato registrato da una telecamera che riprende uno schermo (pessima qualità, sconsiglio il download, se ci sono alternative)
  • 1080p, FHD o fullhd: il film è in full HD. La qualità sarà molto buona, ma se c’è CAM 1080p non conta nulla, perché sarà sempre una telecamera che riprende lo schermo, indipendentemente dalla qualità.
  • 720p o HD: il film è in HD, la qualità è tutto sommato buona
  • 4K: il film è in 4K. La qualità sarà spettacolare, ma probabilmente anche le dimensioni del file potrebbero essere piuttosto grandi. Il file potrebbe impiegare più tempo a scaricarsi, ma se il risultato è comparso in cima alla lista significa che c’è tanta gente che lo sta scaricando, quindi il download dovrebbe volare e non cambierà molto.
  • se non c’è nessuna delle seguenti sigle, probabilmente il film sarà di bassa qualità, ma se non ci sono alternative, va comunque bene

Una volta che si è selezionato il film, cliccando comparirà una pagina, in cui bisogna cercare questa piccola icona, che indica il magnet link. Alternativamente, si può cliccare su “download torrent”. Su The Pirate Bay è così:

A torrent file page on The Pirate Bay

ATTENZIONE: in moltissimi casi, la scritta “download torrent” è una pubblicità; cliccarci può portare a risultati sipacevoli. Individuare con criterio il pulsante giusto. Di solito, la scritta che funziona è quella più sobria e meno grande, come quella nell’immagine sopra.


Completare il download

Il grosso, ora è fatto. Se tutto ha funzionato, dopo aver cliccato sul magnete o su “download torrent” vi sarà apparsa una finestra in cui vi verrà chiesto di confermare l’apertura di qBittorrent.

Successivamente, si aprirà qBittorrent e vi mostrerà una finestra simile a questa:

qBittorrnt dialogue page

In caso aveste intenzione di cominciare a guardare il film immediatamente, basta spuntare “download in sequential order”, o il corrispettivo in italiano che non mi ricordo.


Sottotitoli

Spesso, i sottotitoli in lingua originale sono inclusi nel download, ma, se non fosse così, esiste Open Subtitles, la piattaforma più grande al mondo su cui vengono raccolti i sottotitoli di praticamente tutti i filme esistenti, con tutte le traduzioni.

Per scaricarli, basta digitare il titolo del film e selezionare la lingua desiderata, a destra.

I risultati possono essere ordinati per numero di download. Di solito, più download significa maggiore accuratezza e affidabilità.

An Open Subtitles window

NOTA: i sottotitoli potrebbero essere basati su file di film diversi da quello da voi scaricato, dalla durata lievemente differente. In questo caso ci sono due alternative: o si traslano i sottotitoli già scaricati, oppure si scarica un altro file, finchè non si trova quello giusto.


Serie TV

Il download di serie TV funziona analogamente. Per cercare un episodio specifico, basta digitare [nome serie] S[numero stagione in due cifre]E[numero episodio in due cifre]. Ad esempio, per scaricare l’undicesimo episodio della sesta stagione di Suits, basta cercare Suits S06E11.

A volte, per le serie molto diffuse, esistono pacchetti (molto grandi), che permettono di scaricare un’intera stagione. Dunque, è sempre utile provare prima a cercare [nome serie] S[numero stagione], senza specificare episodio.

suggerisci modifica o correzione

condividi questo post